fbpx

Chirurgia estetica seno (mastoplastica)

Chirurgia estetica seno (mastoplastica)

Esistono tre categorie generali di chirurgia estetica eseguita sul seno (chiamata anche mastoplastica): aumento del seno, riduzione del seno e ricostruzione del seno.

Aumento del seno (mastoplastica additiva)

L’aumento del seno (mastoplastica additiva) viene eseguito per migliorare l’aspetto, le dimensioni e il contorno del seno di una donna. Le donne considerano l’aumento del seno per molte ragioni diverse.

Alcune donne sentono che il loro seno è troppo piccolo. Alcuni desiderano aumentare il desiderio dopo che il loro seno è cambiato dopo la gravidanza. Altri desiderano correggere un’asimmetria nelle dimensioni del seno.

L’aumento del seno viene eseguito con protesi che possono essere posizionate sotto un muscolo toracico o sopra un muscolo toracico.

L’incisione può essere posizionata nell’ascella (ascella), nell’areola (l’area che circonda il capezzolo) o nella piega del seno inferiore. In generale, tutte le mastoplastica additiva sono procedure minimamente invasive.

Per gli aumenti in cui l’incisione viene eseguita sotto l’ascella, durante la procedura può essere utilizzato un endoscopio (tubo sottile con una piccola telecamera e luce).

Le protesi mammarie sono costituite da un guscio di silicone riempito con soluzione salina (una soluzione di acqua salata) o gel di silicone.

Le donne determinano la dimensione desiderata adattando gli impianti di prova. Attualmente, gli impianti riempiti di soluzione salina vengono utilizzati senza restrizioni.

L’aumento del seno è una procedura relativamente semplice. Come con qualsiasi intervento chirurgico, ci si aspetta qualche incertezza e rischio. Conosci le tue preoccupazioni e aspettative. Esamina i vantaggi, i rischi e le alternative. Consulta il nostro chirurgo plastico certificato.

Riduzione del seno

La chirurgia per la riduzione del seno (mastoplastica riduttiva) viene spesso utilizzata nelle donne con seni grandi e pesanti che avvertono un disagio significativo tra cui dolore al collo, mal di schiena e intorpidimento o debolezza a causa del peso del seno. Durante questa procedura, la pelle in eccesso, il grasso e il tessuto mammario vengono rimossi.

Dopo l’intervento chirurgico, la riduzione del seno può causare un cambiamento nella sensazione del seno e l’impossibilità di allattare.

Dopo la riduzione del seno, la maggior parte delle donne riferisce sollievo dai sintomi causati dall’avere un seno sovradimensionato. Per ulteriori informazioni su questo argomento, vedere l’articolo sulla chirurgia di riduzione del seno.

Ricostruzione del seno

La chirurgia di ricostruzione del seno viene spesso eseguita nelle donne che si sottopongono a mastectomia come trattamento per il cancro al seno.

La procedura ricrea un seno con l’aspetto, il contorno e il volume desiderati. Vengono ricreati anche il capezzolo e l’areola. La normale sensazione del seno e la normale funzione del seno, come con l’allattamento, di solito non ritornano quando i nervi sensoriali o le ghiandole e i dotti del latte sono stati rimossi o si sono gravemente danneggiati.

L’aspetto, il contorno e il volume del seno possono essere ricreati con protesi o con il tessuto stesso di una donna. Se si utilizza un impianto, l’impianto è dimensionato per corrispondere al seno opposto. Quando possibile, l’impianto viene posizionato sotto un muscolo toracico. Un seno può anche essere ricreato usando il tessuto di una donna.

A volte può essere utilizzato un segmento della parete addominale inferiore. Altre opzioni tissutali per la ricostruzione autologa (utilizzando il proprio tessuto) sono i muscoli e la pelle della schiena o il grasso e i muscoli del gluteo. A volte sarà necessario un intervento chirurgico sul seno normale opposto per creare simmetria con il seno appena ricostruito.

La ricostruzione del seno può essere eseguita in qualsiasi momento dopo aver subito una mastectomia. La procedura non ha effetti noti sulla recidiva del cancro e non sembra influenzare la sorveglianza del cancro. Tuttavia, sarai istruito sugli auto-esami del seno e programmato per gli appuntamenti di follow-up di routine per la sorveglianza.

Lifting del seno (mastopessi)

In alcune donne, la pelle non è sufficientemente forte o elastica per sostenere il peso del seno, causando un cedimento del seno. Con questa condizione, chiamata ptosi, c’è troppa pelle rispetto al tessuto mammario. Per dare un sollevamento al seno, la pelle in eccesso deve essere rimossa. Esistono diverse tecniche chirurgiche utilizzate tra cui:

Modello saggio. L’incisione, a forma di ancora, gira intorno al torace e sotto il seno.

L’incisione va intorno all’areola e in basso.

Ciambella o peri-areolare. L’incisione gira solo intorno all’areola.
Questo intervento comporta un certo grado di cicatrici permanenti, ma sono disponibili prodotti che possono aiutare a ridurre al minimo l’aspetto delle cicatrici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.